Lega Nord Canavese

Effetto Salvini: vincere con il Capitano

Chivasso non poteva far eccezione: anche qui il Capitano, per la prima volta mercoledì scorso, è stato accolto dai tanti che lo amano, lo adorano e che vogliono a tutti i costi un selfie con lui.

Sebbene la sua visita non fosse stata molto pubblicizzata e l’orario (14:30) non fosse dei più comodi, centinaia sono stati i chivassesi che lo hanno circondato, acclamato ed accompagnato nel breve tragitto da Piazza del Popolo al Cristal, e da qui alla sede elettorale di Vicolo tre limoni per finire a Palazzo Tesio, per una foto sotto la targa apposta nel dicembre 2003 in occasione dei sessant’anni dalla firma della “Carta di Chivasso”. L’importante documento storico firmato da alcuni rappresentanti delle valli d’Aosta e valdesi, nei terribili anni post 8 Settembre 1943, delineò il sistema politico federale, su base regionale e cantonale, per valorizzare la cultura, le identità, l’economia, gli usi e costumi locali.  Obiettivi ancora non realizzati, ma sempre inseguiti dalla Lega Nord che fa propria la Carta chivassese.

Ma che sia la volta buona? Se non ora quando? Il modello comunicativo salviniano e le sue proposte piacciono a tanti: idee e concetti diretti, comprensibili, condivisibili e di estremo buon senso, impossibile negarlo. Solo lui ci riesce così bene: appare estremamente sincero, credibile e determinato. Nella sede elettorale del centro destra Salvini ha incontrato il candidato Sindaco Matteo Doria e moltissimi candidati consiglieri delle liste che lo appoggiano. Davanti al Duomo i due Matteo hanno tenuto un breve discorso richiamando i temi politici cari alla Lega. Matteo Salvini ha chiesto a Matteo Doria, nel caso fosse eletto, di fare resistenza ad ulteriori  richieste prefettizie per ospitare ancora rifugiati. Doria si è detto d’accordo e ha detto che “Chivasso ha già dato”.

Insieme i due hanno quindi dato  la carica morale ai moltissimi militanti, sostenitori e simpatizzanti. Stefano Rodondi, coordinatore della Lega chivassese, ha fatto molto bene gli onori di casa. Erano presenti il Segretario Provinciale Cesare Pianasso e il Consigliere Federale Alessandro Giglio Vigna. Unica nota negativa: la visita è durata il doppio del previsto causando qualche ulteriore affanno all’intensissima giornata di Matteo Salvini e del Segretario Nazionale Riccardo Molinari: da Mondovì a Cuneo, da Savigliano a Grugliasco, da Caselle a Chivasso, da Borgomanero a Omegna, e per finire a Como. Pazienza, i chivassesi se lo meritavano: la Sezione cercherà di ripetere l’evento in tempi più tranquilli.

Per altre foto:

https://www.leganordcanavese.org/lncan3/sezioni/2014-12-02-14-18-37/sez-chivasso/389-matteo-salvini-a-chivasso

https://www.facebook.com/leganordchivasso/

 


Direttiva EU sulla e-Privacy Vedi i documenti dell'e-Privacy Directive

Questo sito usa i cookie per l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. In qualsiasi modo lo si usi si acconsente a che quei tipi di cookie vengano memorizzati sul proprio device.